Navigation

Credit Suisse: riduzione posti di lavoro sarà "molto limitata"

Un'altra ristrutturazione in arrivo. KEYSTONE/WALTER BIERI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 30 luglio 2020 - 14:00
(Keystone-ATS)

La riduzione di posti di lavoro causata dalla riorganizzazione delle strutture di Credit Suisse sarà "molto limitata", al netto dei vari cambiamenti. Lo ha detto il Ceo Thomas Gottstein, commentando in un'intervista diffusa da Bloomberg i risultati semestrali.

A cambiare sarà in primo luogo ad esempio l'organigramma dell'investment bankng, con i singoli comparti che torneranno ad essere riuniti in un'unica unità. La divisione era stata decisa dal predecessore Tidjane Thiam.

I piani di Gottstein dovrebbero consentire un risparmio annuo di 400 milioni di franchi a partire dal 2022. La ristrutturazione, che sarà attuata entro un anno, genererà inoltre costi complessivi per circa 300-400 milioni di franchi.

Sulla stampa un paio di settimane or sono si parlava di mutazioni che avrebbero potuto mettere a rischio centinaia di impieghi.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.