Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Credit Suisse si libera di un importante portafoglio di crediti in sofferenza: il pacchetto di un valore pari a 1,27 miliardi di dollari è stato ceduto alla società di investimento americana TSSP.

Il prezzo non è stato divulgato, ma l'operazione comporterà ammortamenti supplementari per 100 milioni di dollari che saranno contabilizzati nel primo trimestre, ha indicato oggi la banca elvetica.

Gli attivi venduti comprendono circa 270 prodotti finanziari diversificati e legati a 170 società. La transazione si inserisce nella strategia dell'istituto volta a ridurre la sua esposizione al rischio. Da parte sua TSSP sottolinea che il portafoglio acquistato dispone di un forte potenziale a lungo termine.

La borsa ha reagito bene: il titolo Credit Suisse nella prima ora di contrattazioni guadagnava l'1%, in controtendenza rispetto agli altri valori bancari. L'attenzione degli investitori è peraltro puntata su martedì prossimo, quando saranno pubblicati i tanto attesi risultati trimestrali.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS