Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Si precisa la ricapitalizzazione di Credit Suisse. Le 58 milioni di azioni nominative per alcuni "investitori qualificati" saranno vendute a 22,75 franchi l'unità, per un importo lordo complessivo di 1,32 miliardi. È stato poi allargato il sindacato bancario.

Il prezzo d'acquisto delle 58 milioni di azioni nominative costituisce il 94,5% del corso medio ponderato del volume delle azioni nominative di Credit Suisse negoziate mercoledì scorso alla Borsa svizzera, precisa oggi il gruppo in una nota. Gli attuali azionisti non avranno il diritto di sottoscrive questo collocamento privato.

Mercoledì, Credit Suisse aveva annunciato un secondo aumento: emetterà circa 261 milioni di titoli per complessivi 4,7 miliardi di franchi. Il sindacato bancario per l'offerta dei diritti è stato allargato, ha precisato la banca. Esso si è impegnato ad acquisire le nuove azioni alle abituali condizioni di mercato.

Queste operazioni dovrebbero permettere a Credit Suisse di riformare la sua struttura e in particolare di riallineare la banca d'affari sui bisogni della gestione patrimoniale. Il numero due bancario svizzero ha annunciato un piano di risparmi globale di 3,5 miliardi di franchi entro il 2018. Ha anche reso noto la soppressione o la delocalizzazione del 10% dei suoi effettivi, di cui 1'600 dei 17'100 impieghi in Svizzera.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS