Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Credit Suisse presenterà il 21 ottobre i risultati dell'analisi strategica che sta effettuando sulle attività dell'istituto.

Lo ha annunciato la stessa banca, dopo che da settimane circolano speculazioni su possibili riorganizzazioni. I tempi si sono a quanto pare accelerati.

In un breve comunicato diffuso stamane, firmato dal suo nuovo CEO Tidjane Thiam e dal presidente del consiglio di amministrazione Urs Rohner, la società precisa che illustrerà i suoi piani e la sua organizzazione aziendale, presentando nel contempo i risultati trimestrali. "Ulteriori dettagli saranno comunicati a tempo debito", concludono i due manager.

Finora Thiam aveva detto che avrebbe presentato una nuova strategia entro la fine dell'anno e i trimestrali erano in programma per il 5 novembre. Secondo gli analisti di JP Morgan con la sua comunicazione la banca ha voluto avvertire gli investitori che si è di fronte a una importante ristrutturazione.

Il nuovo CEO franco-ivoriano ha finora lasciato capire in termini molto vaghi dove si potrebbe andare a parare. L'ex manager assicurativo intende ritirarsi dai comparti che necessitano di molto capitale e che rendono poco. Intende inoltre orientare il secondo istituto elvetico maggiormente verso il mercato asiatico.

Molti investitori sperano che Credit Suisse - analogamente a quanto fatto da UBS - riduca fortemente il settore dell'investment banking. Secondo notizie di stampa potrebbero inoltre essere cedute le attività di private banking negli Usa. Non si esclude poi un aumento di capitale.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS