Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un'immagine mostra l'edificio di Credit Suisse a Oerlikon, nella città di Zurigo (foto d'archivio).

Keystone/ENNIO LEANZA

(sda-ats)

L'unità svizzera di Credit Suisse, Swiss Universal Bank (SUB), in piena trasformazione, intende aumentare la clientela di imprese per quanto riguarda la gestione patrimoniale.

"Attualmente, ci sono ancora molte imprese che non hanno praticamente alcun legame con la nostra banca d'affari", ha sottolineato Thomas Gottstein, il nuovo direttore delle attività elvetiche della banca, in un'intervista a Le Temps. In futuro l'integrazione fra le prestazioni destinate alle imprese e quelle della gestione patrimoniale sarà rafforzata.

Bisogna meglio sfruttare il potenziale offerto da questi due settori. Ad esempio, un imprenditore che vende una parte della sua impresa avrà bisogno anche di servizi nella gestione del patrimonio, ha detto Gottstein. Credit Suisse intende aumentare da undici a venti i centri di competenze che offrono servizi agli imprenditori e mira soprattutto alla piccole e medie imprese svizzere.

Per quanto riguarda la clientela privata, secondo Gottstein vi è ancora un potenziale di crescita fra la piccola clientela e fra persone con patrimoni attorno a un milione di franchi.

La trasformazione dell'unità SUB non dovrebbe causare una forte diminuzione del numero di succursali: sulle 150 esistenti attualmente, meno di dieci scompariranno, stima Gottstein.

Per quanto riguarda gli effettivi, Credit Suisse prevede di sopprimere entro l'anno prossimo 6000 posti di lavoro nel gruppo. Per il momento alla Paradeplatz sono stati cancellati 2500 impieghi.

In Svizzera Credit Suisse impiega circa 17'000 dipendenti, di cui 12'000 per l'unità SUB. I 1600 che verranno eliminati rappresentano il 9% del totale, ripartiti su tre esercizi, e le partenze naturali rappresentano il 10% nel settore, sottolinea il direttore.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS