Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Credit Suisse appare in vantaggio su UBS nella sempre accesa competizione volta ad ottenere il favore degli investitori: è quanto emerge da un'inchiesta effettuata dalla Reuters presso diversi gestori di fondi, che attribuiscono ai titoli della seconda banca elvetica migliori prospettive sul breve e medio periodo.

"Quando i mercati sono in ripresa gli investitori aumentano la loro propensione al rischio: Credit Suisse (CS), con il suo più grande comparto di investment banking, dovrebbe approfittarne nei prossimi mesi", spiega Andrea Guth della Banca cantonale di Basilea.

L'anno scorso la musica era diversa: il CEO di UBS Sergio Ermotti e il presidente Axel Weber venivano lodati per la loro decisione di ridurre drasticamente l'esposizione nell'investment banking, concentrandosi nell'amministrazione patrimoniale, un settore che ha il vantaggio di comportare meno rischi, di essere meno volatile e di necessitare inoltre di meno capitale proprio.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS