Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Consiglio federale dovrebbe agire per impedire che il fisco americano metta in difficoltà il Credit Suisse, seconda banca del paese. Lo ha dichiarato Konrad Hummler, presidente dei banchieri privati svizzeri, alla "SonntagsZeitung".

"Se vi è un tentativo volto a destabilizzare grandi istituti bancari qual è Credit Suisse, allora le autorità politiche devono muoversi", ha affermato Hummler mettendo in guardia dal ripetersi di quanto capitato a UBS, vertenza conclusasi con la prima spallata al segreto bancario. Altre banche elvetiche, a suo dire, potrebbero essere prese di mira dalle autorità fiscali americane. "Nessuno deve sentirsi al riparo", ha sottolineato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS