Navigation

Cremlino, telefonate con leader Usa restino segrete

Il Cremlino chiede la segretezza delle chiamate tra capi di Stato. KEYSTONE/AP Pool Sputnik Kremlin/ALEXEI DRUZHININ sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 27 settembre 2019 - 12:23
(Keystone-ATS)

Mosca spera che le registrazioni dei colloqui tra il presidente russo e quello americano "restino classificate". Lo ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.

"Questo tipo di pubblicazione è una pratica insolita", ha detto Peskov commentando la pubblicazione del testo della telefonata tra Donald Trump e Vladimir Zelensky. "Vorremmo sperare, e le nostre relazioni bilaterali hanno già problemi abbastanza seri, che non si verifichino queste situazioni", ha sottolineato Peskov, citato dalla Tass.

"Di norma - ha argomentato Peskov - i colloqui tra capi di stato sono classificati o altamente classificati (ovvero 'secret' o 'top-secret', ndr). Questa è una pratica standard in tutto il mondo e di solito, ovviamente, i colloqui non vengono pubblicati".

"Nel caso dell'Ucraina, certamente, la pubblicazione della trascrizione del testo è stata fatta di comune accordo". Ma, appunto, il Cremlino "si augura" che questa pratica non venga estesa al contenuto delle telefonate tra Vladimir Putin e Donald Trump.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.