Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Punto in cui l'ex spia russa e sua figlia sono stati trovati sofferenti (foto d'archivio)

Keystone/EPA/GERRY PENNY

(sda-ats)

La Russia non "c'entra nulla" con il caso Skripal e il linguaggio usato da Londra, quello degli ultimatum, "è inaccettabile". Così il portavoce del Cremlino Dmitri Peskov. Lo riporta l'agenzia di stampa Tass.

Contiamo sul fatto che "il buon senso" prevalga in altri paesi e che "capiscano" che Londra "non ha prove" della colpevolezza di Mosca, ha aggiunto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS