Navigation

Cresce importazione di pesce in Svizzera, soprattutto di salmone

Gli svizzeri mangiano 4 chili di pesce all'anno. KEYSTONE/AP/FERDINAND OSTROP sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 24 settembre 2020 - 15:00
(Keystone-ATS)

Aumenta l'importazione di pesce in Svizzera: fra il 2012 e il 2019 l'import è salito del 5% a 35'299 tonnellate, per arrivare a un consumo per abitante di 4,1 chilogrammi.

A spingere la crescita è il salmone, con un +25% (da 11'000 a 14'000 tonnellate), spiega l'Amministrazione federale delle dogane (AFD) in un comunicato odierno. Il pesce in questione rappresenta ormai il 40% delle importazioni.

La maggior parte del pesce (81%) arriva dall'Europa. Il primo paese di provenienza è la Norvegia (18%), seguito da Olanda (11%), Francia (10%), Danimarca (8%) e Vietnam (7%).

A titolo di confronto, nell'arco di tempo preso in considerazione l'importazione di carne è calata del 20% a 82'301 tonnellate.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.