Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Anche l'istituto di ricerche congiunturali Bakbasel guarda con ottimismo al futuro dell'economia svizzera: gli esperti renani confermano le loro previsioni di crescita di inizio settembre, che vertevano su un'espansione del prodotto lordo del 2,2% nel 2014 e del 2,5% nel 2015.

La crescita è persistente e sostenuta da una base sempre più ampia, spiega Bakbasel in un comunicato odierno. Impulsi importanti proveranno dalle esportazioni e - con un certo ritardo - dagli investimenti infrastrutturali.

Un importante pilastro continuerà ad essere rappresentato dai consumi privati: sebbene non sarà possibile raggiungere la dinamica degli ultimi trimestri, si faranno sentire il miglioramento della situazione sul mercato del lavoro e la fase di aumento dei salari. Gli investimenti nell'edilizia e i consumi degli enti pubblici non potranno per contro beneficiare di una crescita analoga a quella del 2013.

Nonostante la situazione congiunturale la politica monetaria della Banca nazionale rimarrà molto espansiva. Secondo Bakbasel un primo ritocco dei tassi è da attendere non prima del secondo semestre 2015.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS