Navigation

Crescita economica: BAKBASEL, sensibili differenze regionali

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 aprile 2012 - 12:04
(Keystone-ATS)

L'economia svizzera crescerà quest'anno soprattutto nella Svizzera centrale, mentre nella regione di Zurigo si assisterà a una stagnazione. La previsione è dell'istituto di ricerche congiunturali renano BAKBASEL, che a livello settoriale punta su un'espansione dei rami della costruzione e orologiero, mentre si attende una frenata nel comparto finanziario.

La piazza economica elvetica esce dall'inverno in condizioni migliori di quanto si pensava, scrive BAKBASEL in un comunicato odierno. A inizio marzo l'istituto ha così corretto al rialzo le sue previsioni sull'incremento del prodotto interno lordo, portandole a +0,7%, contro il +0,3% stimato in precedenza.

La progressione rimane comunque frenata soprattutto dal franco forte e dalla recessione nell'Eurozona: un indebolimento della crescita rispetto ai ritmi del 2011 è così atteso in ogni regione del paese. L'andamento migliore è previsto nella Svizzera centrale, con un aumento dell'1,5%. La regione aveva già primeggiato l'anno scorso (+2,6%). Segue la zona del Lemano (+1,0%). Un +0,8% è pronosticato nella Svizzera Nord-Occidentale, in quella orientale e nell'Espace Mittelland. Per la Svizzera meridionale (una zona che va dal Vallese ai Grigioni passando dal Ticino) si pronostica un +0,6%. Marcia per contro sul posto (0,0%) la regione Zurigo-Argovia, che dovrebbe soffrire in modo particolare per le difficoltà che sta attraversando il comparto finanziario.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?