Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Créa corregge al ribasso le sue stime di crescita dell'economia svizzera per il 2015 e il 2016, che risalivano ancora al novembre scorso.

Gli specialisti dell'istituto di macroeconomia applicata dell'Università di Losanna si aspettano una progressione del prodotto interno lordo dello 0,8% quest'anno e dell'1,5% l'anno prossimo. In precedenza erano attesi incrementi rispettivamente del 2,1% e del 2,6%.

Il netto rafforzamento del franco seguito all'abolizione del cambio minimo ha messo sotto pressione il settore dell'export nel primo trimestre, spiegano gli economisti di Créa in un comunicato odierno. Nel contempo però la congiuntura mondiale manifesta leggeri segnali di ripresa, sebbene lo sviluppo sia diverso a seconda delle regioni.

Per il 2017 l'istituto si aspetta un'accelerazione della crescita elvetica: il prodotto interno lordo è visto in aumento del 2,3%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS