Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Centro di ricerca congiunturale del Politecnico di Zurigo (KOF) corregge al ribasso le stime sulla crescita sper il 2015 e 2016: il PIL dovrebbe espandersi rispettivamente dello 0,7% e dell'1,1%, contro il +0,9% e il +1,4% pronosticati in precedenza.

Maggiore ottimismo viene invece mostrato riguardo al 2017: la previsione passa dal +1,8% al +2,0%.

Nell'immediato si sono fatte più fosche soprattutto le prospettive sul mercato del lavoro, afferma il KOF in un comunicato odierno. L'occupazione non cresce praticamente più e il tasso di disoccupazione dovrebbe passare dal 3,3% di quest'anno al 3,6% del 2016, per poi salire ancora al 3,8% nel 2017.

Gli effetti dell'abolizione del cambio minimo sono stati notevoli, ma inferiori a quanto temuto. Per il 2016 gli specialisti zurighesi si aspettano una robusta crescita delle esportazioni. Gli investimenti in Svizzera saranno per contro moderati. I consumi continueranno ad aumentare grazie all'aumento della popolazione e dei redditi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS