Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Turisti in Svizzera.

KEYSTONE/MARTIAL TREZZINI

(sda-ats)

Cifre in progressione per il settore alberghiero svizzero, che a maggio ha registrato 2,78 milioni di pernottamenti, in aumento del 4,5% rispetto al corrispondente mese del 2016.

I turisti stranieri, indica l'Ufficio federale di statistica (UST) sulla base di dati ancora provvisori, hanno generato 1,65 milioni di pernottamenti, con un progresso del 6,0%, mentre per gli ospiti svizzeri l'incremento è stato del 2,3% a un totale di 1,13 milioni.

Tra la clientela estera i più numerosi, seppur in leggero calo, sono stati i tedeschi (257'555 pernottamenti), seguiti dagli statunitensi (186'834) e dai turisti indiani (168'417). In leggero aumento gli ospiti cinesi (118'542).

Per il Ticino le statistiche mensili indicano una flessione del 5,3% (a 231'909 pernottamenti) e per i Grigioni un rialzo del 3,4% (a 122'025).

Da gennaio a maggio, indica ancora l'UST, il numero dei pernottamenti è progredito su base annua del 3,2% a 14,2 milioni, con un aumento del 3,5% (a 7,5 milioni) per i turisti stranieri e del 2,9% (a 6,7 milioni) per gli svizzeri. In Ticino sui cinque mesi si è registrato un aumento del 6,1% (a 730'632) e per i Grigioni del 3% (a 2'216'875).

I dati nazionali di quest'anno tengono tuttavia conto di stabilimenti supplementari, ossia di 14 ostelli per la gioventù svizzeri le cui caratteristiche corrispondono ai criteri di inchiesta. Ricalcolando i dati 2016 integrando questo fattore il rialzo su base annua si limita nel 2017 all'1,9%: +2,6% per gli ospiti stranieri e +1,1% per gli svizzeri.

SDA-ATS