Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'accordo ancora non c'è e la strada "resta lunga", fanno sapere fonti greche dopo l'attesissimo incontro di oggi tra gli 'ispettorì della Troika - Fmi, Bce e Ue - ed il ministro delle finanze ellenico Yannis Stournaras. Ma Atene sembra voler mettercela tutta per ottenere la promozione della Troika al suo piano di austerity, cui è legata la concessione della tranche da 31,5 miliardi di euro di aiuti, senza la quale il Paese andrebbe verso una carenza di liquidità che rischia di metterlo in ginocchio.

E sarebbe pronta a rilanciare la posta, mettendo sul tavolo un piano ben più consistente: 17 miliardi di euro, circa 5 miliardi in più degli 11,5 richiesti dalla troika. Un'indicazione che è rimbalzata dall'entourage del ministero delle Finanze ateniese dopo che oggi i rappresentanti di Fmi-Ue e Bce - secondo quanto riferito da fonti greche - avrebbero espresso nell'incontro con Stournaras "riserve" sull'efficacia di alcune misure previste nell'originario piano da circa 12 miliardi, chiedendo ulteriori "dettagli e chiarimenti".

Per ora gli ispettori internazionali - i tedeschi Matthias Mors (Ue) e Klaus Masuch (Bce) ed il danese Poul Thomsen (Fmi) - non hanno rilasciato dichiarazioni, limitandosi a commentare, come fatto dal capodelegazione del Fondo monetario, che quello di oggi "è stato un buon incontro".

"Lavoriamo giorno e notte", gli ha fatto eco il collega dell'Ue, in vista del nuovo incontro che avranno domani con il premier greco Antonis Samaras. Premier che proprio ieri aveva sottolineato come la "priorità del Paese sia ora una risposta positiva della Troika". Perché - aveva ricordato Samaras - senza l'euro il paese "morirebbe".

E che stasera, nel palazzo del del Megaro Maximou, sede del governo ellenico, ha incontrato il ministro delle Finanze: dopo la riunione con la Troika, Stournaras è infatti andato ad informare i tre leader dei partiti che sostengono l'esecutivo (Samaras di Nea Dimokratia, Venizelos leader del socialista Pasok e Kouvelis di Sinistra Democratica) sulla riunione di oggi e lo stato dei colloqui.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS