Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Crisi: Fed lascia tassi invariati

La Fed lascia invariato il costo del denaro. Il tasso sui Fed Funds resta in una forchetta fra lo 0 e lo 0,25%. Inoltre la Fed mantiene invariato il piani di acquisti di bond a 85 miliardi di dollari al mese.

Dopo l'annuncio vola. Il Dow Jones sale dello 0,69% a 15.622,88 punti, il Nasdaq avanza dello 0,56% a 3.767,33 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,79% a 1.7016,98 punti.

La Fed rivede anche al ribasso le stime di crescita Usa per il 2013, quando il pil americano salirà fra il 2,0% e il 2,3%, a fronte del 2,3-2,6% stimato in giugno. Riviste al ribasso anche le stime di crescita per il 2014: il pil salirà del 2,9%-3,1% contro il 3,0%-3,5% di giugno.

Il tasso di disoccupazione nel 2013 si attesterà fra il 7,1 e il 7,3%, in linea con il 7,2-7,3% precedentemente stimato. Nel 2014 la disoccupazione scenderà al 6,4-6,8%, in linea con il 6,5%-6,8% previsto in giugno. L'inflazione si manterrà saldamente sotto il 2% sia nel 2013 (1,1-1,2% contro lo 0,8-1,2% di giugno)) sia nel 2014 (1,3-1,8% contro l'1,4-2,0% di giugno).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.