Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

LONDRA - Il nuovo governo britannico sta lavorando al varo di tasse sulle banche che potrebbero arrivare a un onere totale di otto miliardi di sterline (13,25 miliardi di franchi). Lo scrive l'edizione domenicale del quotidiano Independent citando fonti riservate ed ufficiali.
Le misure, precisa l'Independent on Sunday, potrebbero essere introdotte in maniera unilaterale dalla coalizione di Conservatori e Liberaldemocratici il 22 giugno nel suo primo budget, il bilancio di previsione, nell'ambito di piani per limitare l'attuale deficit record.
Il G20, il gruppo dei paesi più sviluppati e di quelli emergenti, discuterà il mese prossimo proposte su tasse per il settore bancario ma i Conservatori britannici hanno già dichiarato che potrebbero essere pronti a procedere da soli.

SDA-ATS