Navigation

Crisi: Germania, 30'000 metalmeccanici incrociano braccia

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 maggio 2012 - 20:40
(Keystone-ATS)

Hanno iniziato a fare sul serio i metalmeccanici tedeschi: dopo le prima avvisaglie, domenica, oggi in Germania oltre 30'000 lavoratori di un centinaio di aziende hanno risposto all'appello del sindacato di categoria IG-Metall, incrociando le braccia nel loro turno per il primo grande sciopero di avvertimento all'associazione dei datori di lavoro.

Lo ha reso noto nel pomeriggio la stessa Ig-Metall. Il sindacato chiede per gli oltre 3,6 milioni di dipendenti con contratto metalmeccanico il 6,5% di stipendio in più per 12 mesi, contro un'offerta della controparte del 3% per 14

mesi. Ma non si tratta solo di soldi: IG-Metall punta a porre un freno alla precarizzazione del lavoro attraverso una maggiore co-gestione e all'assunzione di tutti gli apprendisti.

Ad astenersi dal lavoro, in una Germania che secondo i principali indicatori economici finora sembra risentire solo molto marginalmente della crisi, sono stati soprattutto i metalmeccanici del sud-ovest del Paese.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?