Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ATENE - La Borsa di Atene ha oggi registrato una forte flessione, mentre i dati economici segnalano una recessione più grave del previsto nel 2009 e permane l'incertezza sulle misure concrete che l'Europa è pronta a prendere a favore di Atene.
L'Indice Generale ha segnato infatti in chiusura -2,11% tornando sotto la quota critica di 1900 punti. E ciò dopo che l'Istituto di statistica aveva diffuso nuovi dati secondo i quali risulta che complessivamente l'economia nel 2009 ha subito una contrazione del 2%, più del previsto, un segnale che sembra suggerire minori risorse per il governo per far fronte alla crisi deficitaria. Nell'ultimo trimestre infatti il Pil è calato dello 0,8% rispetto al periodo precedente e del 2,6% rispetto ad un anno fa.
Malgrado l"accordo politicò raggiunto ieri a Bruxelles sull'eventuale assistenza alla Grecia in caso di necessità, il mercato appare d'altra parte frustrato, secondo gli analisti, dalla persistente mancanza di misure concrete. E il premier Giorgio Papandreou, di ritorno dal vertice europeo ha criticato "una mancanza di coordinamento tra le istituzioni UE" che ha impedito all'Europa di assumere una posizione più decisa a favore di Atene rendendone più fragile la posizione fronte ai mercati internazionali.
Altra preoccupazione, evidenziata stamane dai titoli sulla stampa, quella che, fronte ad "una triplice tutela" imposta alla Grecia da Commissione-BCE-Fmi, l'Europa sembra prepararsi a chiedere nuovi sacrifici ad un paese già scosso da proteste sociali e che si prepara la prossima settimana ad un nuovo sciopero dei doganieri e il 24 febbraio ad uno generale contro il piano di austerità. Anche se il ministro dell'economia Louka Katseli ha detto oggi di ritenere che nuove misure di correzione del bilancio "non saranno necessarie".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS