Navigation

Crisi: Grecia; tensione ad Atene per arrivo Merkel

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 ottobre 2012 - 09:43
(Keystone-ATS)

La tensione è palpabile nel centro di Atene, dove fra poche ore arriverà la cancelliera tedesca Angela Merkel, che è quasi deserto e praticamente blindato da circa 7'000 poliziotti: una vasta zona del centro cittadino - dall'Hilton hotel, dove alloggerà la delegazione tedesca, sino a piazza Syntagma, dove sorge il Parlamento - da questa mattina è preclusa al traffico e per ora vi transitano solo mezzi pubblici e taxi.

Tutte le manifestazioni di protesta organizzate per oggi dai sindacati e dai partiti politici sono state proibite dalla polizia per limitare al massimo l'eventualità di incidenti ma numerosi agenti in tenuta antisommossa, per ora ancora a bordo dei grossi pullman blu della polizia, sono pronti a dispiegarsi intorno all'edificio del Parlamento.

La cancelliera tedesca viene nella capitale ellenica per discutere con il premier Antonis Samaras ed il presidente Karolos Papoulias delle riforme che restano da fare per convincere la Ue a sborsare la prossima tranche di aiuti da oltre 31 miliardi di euro. Merkel dovrebbe avere un colloquio con Samaras - che andrà ad accoglierla all'aeroporto - intorno alle 14:00 locali e quindi vedrà Papoulias.

Secondo varie fonti, Samaras cercherà di ottenere due cose da Merkel: il suo appoggio agli sforzi della Grecia e la sua approvazione per "ammorbidire" alcune delle rigide misure di austerità richieste dalla troika (Ue, Bce e Fmi) al governo di Atene - tra cui altri tagli di stipendi e pensioni - in cambio di ulteriori aiuti economici.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?