Navigation

Crisi: Lagarde, se affonda Ue impatto negativo tutte economie

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 novembre 2011 - 07:29
(Keystone-ATS)

"Lasciare affondare l'Europa avrebbe delle conseguenze forti e negative per le altre economie, compresi gli Stati Uniti". Lo ha detto la direttrice del Fondo Monetario Internazionale (Fmi), Christine Lagarde, intervenendo a '60 minutes', trasmissione della catena televisiva Cbs.

La "crisi sotto i nostri occhi è una continuazione di quella del 2008", afferma Lagarde, sottolineando che le conseguenze sarebbero negative anche per l'economia statunitense. "Il 20% delle esportazioni americane sono verso l'Europa e le banche americane ed europee sono molto interconnesse".

Lagarde ribadisce la necessità delle economie mondiali di ridurre il debito e il deficit. "Voglio essere disperatamente ottimista e voglio credere che i paesi comprendano che possono cambiare le cose", ma in caso contrario - avverte - si avrebbe una "crescita lenta, una disoccupazione elevata con potenziali problemi sociali, e turbolenze sui mercati finanziari".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?