Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERLINO - In questo momento storico, gli sforzi dei Paesi colpiti dalla crisi vanno concentrati sul consolidamento e risanamento delle finanze pubbliche. E' quanto ha dichiarato in un video messaggio il cancelliere tedesco, Angela Merkel, sottolineando come al G20 della prossima settimana a Toronto "discuteremo per sapere quando si potrà uscire dalla fase dei programmi di congiuntura per passare ad un consolidamento duraturo dei bilanci. E questo è, secondo i paesi europei e in particolare la Germania, assolutamente necessario".
La posizione della Merkel si pone in antitesi con quanto dichiarato ieri dal presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, che, in una lettera ai capi di Stato e di governo del G20, ha evidenziato la necessità di puntare con decisione sulla crescita. I piani di austerity annunciati in Europa hanno infatti suscitato critiche negli Stati Uniti, con alcuni economisti che temono un possibile soffocamento della domanda e, a cascata, della crescita mondiale.
Merkel ha risposto a tali preoccupazioni spiegando di sapere "che l'Unione europea deve apportare il suo contributo perché l'economia mondiale cresca in modo duraturo" e di essersi già mossa in tale direzione. Sul fronte della tassazione delle banche, la Merkel ha infine aggiunto che "ci sarà sicuramente una discussione accesa" fra le varie nazioni presenti al G20.

SDA-ATS