Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Portogallo esce ufficialmente dal programma di salvataggio della Troika (Ue-Bce-Fmi) per il quale nel 2011 ottenne un prestito di 78 miliardi a condizione di attuare una serie di misure che consentissero la riduzione della spesa. Il primo ministro, Pedro Passos Coelho, ha annunciato che il Paese "non chiederà ulteriori misure di sicurezza, anche se c'è ancora molta strada da fare per uscire dalla crisi".

SDA-ATS