Navigation

Crisi: Sarkozy, "francesi" la tempesta non è finita

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 gennaio 2012 - 16:25
(Keystone-ATS)

Un intervento dai toni solenni, da presidente che vuole "proteggere" i francesi e guidare il paese "nella tempesta" della crisi che non è ancora finita. Nicolas Sarkozy si è rivolto ai suoi concittadini ieri sera nel tradizionale discorso tv di fine anno cercando di usare toni rassicuranti e mettendo da parte, per il momento, le presidenziali di primavera, alle quale sarà molto probabilmente candidato.

"Il presidente prepara il candidato", titola oggi "Le Journal du Dimanche", rilevando che il capo dell'Eliseo ha curato particolarmente i toni rassicuranti, da capitano che guida la sua nave nella tempesta e non pensa al suo personale destino, ma non ha mancato di condire il suo discorso di qualche accento allarmante. Davanti a 10 milioni di telespettatori, a quattro mesi dalle presidenziali nelle quali il suo avversario principale, il socialista François Hollande, è già sceso in campo, Sarkozy ha ripetuto più volte di essere stato sempre "realista" e non aver mai "nascosto nulla" ai francesi su questa "crisi inaudita, senza dubbio la più grave dalla Seconda guerra mondiale, una crisi che non è finita".

"Dobbiamo essere coraggiosi, dobbiamo essere lucidi", ha esortato il presidente, riconoscendo il disagio della nazione: "avete sofferto, so che la vita di molti di voi, reduce da due anni difficili, sarà ancora messa a dura prova". Senza ammetterlo esplicitamente, il presidente ha dunque ammesso quello che l'opposizione socialista sostiene da tempo, cioè che una nuova manovra finanziaria sia in preparazione. Ma a questo punto ha voluto ammorbidire la durezza della prospettiva: "nonostante tutto - ha affermato - ci sono motivi di speranza. Se tanti paesi hanno conosciuto difficoltà insormontabili, la Francia ha tenuto duro, ha resistito".

Sulle elezioni, i cui sondaggi lo vedono ancora molto penalizzato, poche parole: "una scadenza importante", si è limitato a definirla Sarkozy, "nella quale farete la vostra scelta al momento opportuno". Lui, per il momento, ha tenuto soprattutto a mostrarsi totalmente concentrato nel suo ruolo di capitano al timone del paese nella tempesta.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?