Navigation

Crisi del debito: Moody's conferma "tripla A" alla Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 gennaio 2012 - 07:23
(Keystone-ATS)

L'agenzia americana di valutazione Moody's ha confermato oggi la nota "AAA" - la migliore possibile - al debito sovrano della Svizzera. La prospettiva è "stabile". Il nostro paese rimane dunque uno dei tredici paesi ai quali le tre maggiori agenzie concedono la "tripla A".

Il mantenimento della valutazione "AAA" è dovuto alla forte stabilità economica, istituzionale e finanziaria del paese, scrive Moody's in una nota. La Svizzera dispone anche un'economia aperta, ben sviluppata e diversificata. La Confederazione ha inoltre sempre agito in modo moderato in materia fiscale e l'inflazione è moderata.

La prospettiva viene giudicata "stabile" poiché il debito pubblico, già basso, dovrebbe ulteriormente diminuire nei prossimi anni. Il governo dovrà tuttavia far fronte ad alcune sfide, non solo a causa dell'importanza del settore bancario, ma anche della pressione che l'invecchiamento della popolazione avrà sulle istituzioni sociali, afferma Moody's.

Recentemente, la valutazione del debito sovrano di diversi paesi è stata degradata dalle grandi agenzie. Standard & Poors ha in particolare provocato uno scossone venerdì abbassando la nota a nove paesi della zona euro; la Francia e l'Austria hanno ad esempio perso la "tripla A".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?