Navigation

Croazia: 5 gennaio ballottaggio tra Milanovic e Kitarovic

Zoran Milanovic KEYSTONE/EPA/DK ukit sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 23 dicembre 2019 - 14:53
(Keystone-ATS)

Il ballottaggio per le elezioni presidenziali in Croazia, previsto per il 5 gennaio, vedrà la sfida tra l'ex premier socialdemocratico Zoran Milanovic, e la presidente uscente, la conservatrice Kolinda Grabar Kitarovic.

Lo mostrano i risultati ufficiali e definitivi diffusi dalla Commissione elettorale.

Milanovic, candidato del centrosinistra unito, ha ottenuto ieri il 29,55% dei voti, contro il 26,65% di Kitarovic, che gode dell'appoggio dell'Unione democratica croata (Hdz) del premier Andrej Plenkovic. Al terzo posto il grande sconfitto è il noto cantante Miroslav Skoro, esponente della destra nazionalista e sovranista, per il quale ha votato il 24,45% dei croati.

Nonostante il risultato deludente al primo turno, Kitarovic va al ballottaggio come favorita dato che per lei sarà molto più semplice attirare gli elettori che ieri hanno preferito il candidato della destra. "Ho ricevuto il messaggio di insoddisfazione di quelli che hanno votato per un altro candidato, vi ho sentito forte e chiaro, ma ora non è il momento per altre divisioni", ha detto ieri sera Kitarovic nel suo discorso, rivolgendosi direttamente all'elettorato di Skoro.

Milanovic ha preferito un messaggio conciliatorio e vago, che lo posiziona nel centro politico e lo apre all'intero elettorato, dicendo "di essere consapevole di non piacere a tutti", ma promettendo di "rispettare ogni singolo cittadino".

I quasi 25% di Skoro rappresentano il miglior risultato della destra nazionalista in Croazia negli ultimi vent'anni e un forte segnale di protesta contro la linea moderata ed europeista del governo di centrodestra guidato da Plenkovic. Per questo i partititi sovranisti non hanno voluto indirizzate i loro sostenitori per chi votare al ballottaggio e ieri sera Skoro ha annunciato l'intenzione di presentarsi alle elezioni politiche, previste ad autunno.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.