Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Disordini si sono verificati a Zagabria dalla notte scorsa tra veterani di guerra e polizia e oggi un drammatico appello al dialogo è stato fatto dal premier socialdemocratico Zoran Milanovic.

Stamane decine di veterani della guerra per l'indipendenza della Croazia (1991-1995) hanno forzato i cordoni della polizia e aggredito alcuni poliziotti nel tentativo di unirsi a un centinaio di ex commilitoni che nella notte si erano barricati nella Chiesa di San Marco, situata tra il parlamento e la sede del governo croato.

Il quartiere che ospita le sedi delle massime istituzioni croate è completamente bloccato e circondato da centinaia di agenti in tenuta antisommossa. La manifestazione non era autorizzata ma uno dei leader, Gjuro Glogoski, ha invitato i poliziotti a unirsi alla protesta.

In una conferenza stampa il premier croato, socialdemocratico, ha chiesto ai veterani di guerra di dialogare, ma ha anche accusato le opposizioni di centro-destra e la presidente della Repubblica di essere all'origine della protesta con lo scopo di destabilizzare le istituzioni e il governo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS