Navigation

Croazia: referendum per UE, cominciate operazioni di voto

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 gennaio 2012 - 09:46
(Keystone-ATS)

In Croazia si sono aperti stamane alle 7 i seggi per il referendum sull'adesione del Paese all'Unione Europea, con gli ultimi sondaggi che prevedono una vittoria dei sì.

I 4,4 milioni di aventi diritto al voto sono chiamati ad esprimersi sul Trattato di adesione della Croazia all'UE che, nel caso di un esito positivo, diventerebbe il 28/o Paese membro dell'Unione Europea a partire dal primo luglio 2013.

A favore dell'adesione si sono espressi il presidente della Repubblica, Ivo Josipovic, il parlamento, il governo guidato dal premier socialdemocratico Zoran Milanovic, quasi tutti i partiti parlamentari, inclusa l'opposizione di centro-destra, la Chiesa cattolica e varie istituzioni accademiche e culturali.

Gli ultimi sondaggi indicano una vittoria dei sì, con una percentuale oscillante fra il 55% e il 61%. Per essere valido il referendum non ha bisogno di un quorum definito, ma basterà una semplice maggioranza dei voti effettivamente espressi.

I seggi chiuderanno alle 19, e per le 20:30 sono previsti i primi risultati parziali

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?