ZAGABRIA - Il neoeletto presidente croato Ivo Josipovic si è insediato ufficialmente oggi nella carica nel corso di una cerimonia solenne a Zagabria.
Nel suo primo discorso da nuovo capo dello stato, Josipovic - un professore di giurisprudenza di area socialdemocratica - ha sottolineato l'importanza di un'azione politica che rispetti i valori di giustizia e uguaglianza, i diritti umani e quelli delle minoranze e porti avanti con convinzione la lotta a corruzione e criminalità organizzata.
Josipovic, 52 anni, è stato eletto il 10 gennaio scorso vincendo con largo margine il ballottaggio contro il sindaco di Zagabria Milan Bandic.
Il nuovo presidente - dopo il giuramento pronunciato sulla costituzione - ha sottolineato l'importanza di mantenere buoni rapporti con i paesi vicini, che sono presupposti per la pace, la stabilità e la sicurezza. "Questa è la mia priorità", ha detto.
"La Croazia - ha aggiunto il nuovo presidente - è alle porte dell'Unione europea, un percorso durato più di quanto si pensava anche per le mancate riforme e per i ritardi nella lotta corruzione". Zagabria, con Macedonia e Turchia, è paese candidato a entrare nella Ue, alla quale conta di aderire nel 2012.
Alla cerimonia, svoltasi all'aperto sulla Piazza di San Marco nella parte vecchia di Zagabria, hanno assistito i capi di stato di Ungheria, Bulgaria, Slovacchia, Polonia, Slovenia, Albania, Bosnia-Erzegovina, Montenegro, Macedonia e Kosovo.
La Serbia, per la presenza del presidente kosovaro Fatmir Sejdiu, non ha inviato alcun rappresentante da Belgrado.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.