Navigation

Crollano in aprile le vendite di auto in Europa, -78%

Molte vetture non hanno trovato un acquirente. KEYSTONE/DPA/JÖRG SARBACH sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 19 maggio 2020 - 10:00
(Keystone-ATS)

Le vendite di auto nell'Unione Europea più paesi Aels (Svizzera, Islanda e Norvegia) e Regno Unito hanno subito in aprile - primo mese intero di restrizioni per il coronavirus - un calo del 78%.

Le immatricolazioni sono state 292'182 a fronte di 1'345'181 dello stesso periodo del 2019.

I dati sono dell'Acea, l'associazione dei costruttori europei. Tutti i mercati registrano una flessione, ma Italia e Spagna sono stati i paesi con il calo più pesante, rispettivamente -98% e -97%.

In Svizzera - dati di Auto-Svizzera resi noti a inizio mese - la flessione si è attestata al 67%, con il numero delle nuove immatricolazioni sceso al livello più basso dalla crisi del petrolio degli anni '70.

Nei primi quattro mesi del 2020 a livello europeo sono state vendute 3'346'193 auto, il 39% in meno dello stesso periodo del 2019.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.