Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Crucell, filiale svizzera dell'omonimo gruppo biotecnologico olandese, vende i diritti di produzione del suo vaccino Vivotif, un preparato contro il tifo, alla società americana PaxVax. Grazie a questa operazione e contrariamente a quanto previsto lo stabilimento di Thörishaus, nel comune di Köniz (BE), non verrà chiuso: saranno mantenuti circa 80 posti di lavoro, ha indicato oggi il Dipartimento dell'economia del canton Berna.

Alla fine dell'anno scorso Crucell aveva annunciato la soppressione di 380 impieghi a Thörishaus, numero poi sceso in febbraio a 250 grazie al mantenimento di diverse funzioni di supporto e di sviluppo per i prodotti.

Stando a quanto comunicato dalle autorità cantonali PaxVax intende non solo proseguire l'attività a Köniz, bensì addirittura ampliare le capacità produttive. Non sono stati resi noti i dettagli finanziari dell'operazione.

Crucell ha acquistato nel 2006 il produttore di vaccini Berna Biotech e nel 2011 è stato a sua volta rilevato dal colosso americano Johnson & Johnson.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS