Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Consiglio degli Stati ha respinto con 37 voti contro 1 l'iniziativa popolare "Protezione dalla sessualizzazione nella scuola dell'infanzia e nella scuola elementare".

L'educazione sessuale dei bambini è a suo avviso indispensabile per proteggere i minori contro gli abusi, le malattie trasmissibili e le gravidanze indesiderate. Il dossier è pronto per le votazioni finali.

I "senatori" hanno seguito senza tentennamenti le raccomandazioni della commissione preparatoria che aveva bocciato questa modifica costituzionale per 11 voti e un'astensione. Il Consiglio nazionale aveva già raccomandato la bocciatura del testo per 134 voti a 36 durante la sessione primaverile delle Camere federali.

L'iniziativa bocciata mira a vietare l'educazione sessuale per i bambini di meno di nove anni e a renderla facoltativa per quelli tra i nove e dodici anni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS