Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Seguendo la raccomandazione della sua commissione, il Consiglio degli Stati ha stralciato oggi per 23 voti a 21 gli obiettivi in materia di efficienza per i gestori di rete adottati dal Consiglio nazionale nell'ambito della Strategia energetica 2050.

La maggioranza dubita dell'efficacia delle misure e prevede notevoli oneri burocratici per l'attuazione.

Una minoranza (PS, Verdi e Verdi liberali) ha chiesto invece di sostenere, nell'ambito di gare pubbliche, progetti e programmi destinati ad aumentare di 1,5 TWh l'efficienza nel consumo di energia elettrica.

Se dovesse risultare che questo obiettivo non può essere raggiunto con provvedimenti volontari, il Consiglio federale potrà impartire direttive vincolanti ai fornitori di elettricità.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS