Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il progetto di applicazione dell'iniziativa UDC sull'espulsione degli stranieri criminali, elaborato sotto forma di revisione del Codice penale, è pronto per le votazioni finali: oggi il Consiglio degli Stati ha eliminato le ultime divergenze che l'opponevano al Nazionale. In futuro, gli stranieri che commettono crimini passibili di una pena superiore a tre anni rischieranno dunque l'espulsione automatica per un periodo di 5-15 anni.

Per rispettare il principio costituzionale di proporzionalità, nei casi difficili il giudice potrà decidere altrimenti se simile misura dovesse porre il condannato in una situazione grave e l'interesse pubblico non dovesse prevalere su quelli del diretto interessato a rimanere in Svizzera.

(atsi)

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS