Navigation

CSt: formazione, "senatori" meno generosi del Nazionale

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 settembre 2011 - 12:05
(Keystone-ATS)

Nell'affrontare la legge sulla promozione dell'educazione, della ricerca e dell'innovazione per il 2012, il Consiglio degli Stati ha ribadito oggi buona parte delle sue posizioni. Per 21 voti a 9, ha però deciso di concedere 65 milioni in meno rispetto al Nazionale. La somma stabilita dai "senatori" supera tuttavia di 49 milioni la proposta originaria del Consiglio federale.

La somma avanzata dal governo ammonta a 5,185 miliardi di franchi, di cui meno del 25% dei contributi dello Stato - come prescrive la legge - è destinata alla formazione professionale.

"Al momento, il contributo federale in questo settore è del 22,2%", ha ricordato il ministro dell'economia Johann Schneider-Ammann, sottolineando però che il limite legale verrà raggiunto nel 2013.

Come il Nazionale, gli Stati hanno concesso - 23 voti a 6 - 900 mila franchi alle associazioni di categoria per la formazione continua. Il dossier ritorna al Nazionale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?