Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Consiglio degli Stati: FOSTRA riceva "di regola" 60% prodotto imposta oli minerali (foto simbolica)

Keystone/PETER SCHNEIDER

(sda-ats)

Il futuro Fondo per le strade nazionali e il traffico d'agglomerato deve ricevere "di regola" il 60% del prodotto dell'imposta sugli oli minerali. Lo ha deciso - tacitamente - oggi il Consiglio degli Stati discutendo, a livello di divergenze, del progetto FOSTRA.

Finora la Camera dei cantoni voleva utilizzare l'espressione "non oltre", il Nazionale vuole invece una percentuale fissa (il 60% appunto). Nell'intenzione dei "senatori", e del governo, è però necessario prevedere un certo margine di flessibilità per poter ridurre tale percentuale fino al 50% in casi eccezionali (come i programmi di stabilità).

L'utilizzo dell'espressione "di regola" è da intendersi come un passo nella direzione della Camera del popolo, ha spiegato Olivier Français (PLR/VD) a nome della commissione.

I "senatori" hanno invece deciso di mantenere la seconda divergenza. Per gli Stati l'esecutivo deve avere la competenza di adeguare al rincaro il supplemento fiscale sugli oli minerali. Questo punto eviterà di modificare a intervalli regolari la legge per adeguare all'inflazione l'ammontare della tassa, ha sostenuto Français.

Il dossier torna ora al Consiglio nazionale.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS