Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo il Nazionale, gli Stati hanno approvato oggi il credito di 407,8 milioni di franchi destinato alle infrastrutture militari per il 2012. La somma supera di 100 milioni quella liberata l'anno prima.

Circa 160 milioni sono destinati agli investimenti nell'infrastruttura dell'istruzione e 90 milioni in quella dell'impiego. Tutte le regioni del Paese sono interessate dai lavori.

Un importo di 52,25 milioni è previsto per la prima tappa del risanamento completo della piazza d'armi di Bure (JU). "Questi lavori sono necessari a causa dell'invecchiamento del sito", ha spiegato a nome della commissione Jean-René Fournier (PPD/VS). Il rinnovo di una teleferica che si collega con una stazione radar militare comporta una spesa di 35,9 milioni.

Altri crediti che superano i 10 milioni: 18,4 milioni per la realizzazione di una nuova tappa della rete di trasmissione a banda larga (fibra ottica) tra il piede del Giura e il massiccio della Gemmi (BE/VS), 14,5 milioni per l'allestimento di superfici attribuite al servizio di volo all'aerodromo di Payerne (VD).

Altri progetti meno costosi riguardano il rinnovo di un centro di comando, il risanamento di un impianto d'approvvigionamento in acqua e la realizzazione di misure di sicurezza. Circa 120 milioni sono destinati a lavori di manutenzione di infrastrutture esistenti, come il risanamento di vari padiglioni polivalenti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS