Navigation

CSt: no a servizio civile ancora più lungo

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 settembre 2014 - 09:58
(Keystone-ATS)

No a un servizio civile più lungo. Il Consiglio degli Stati ha affossato oggi tacitamente una mozione in questo senso del Nazionale. La maggioranza del plenum ha ritenuto che gli effettivi dell'esercito non sono a rischio, contrariamente a quanto sostenevano alcuni deputati di destra.

Questi ultimi si sono detti preoccupati per il crescente numero di domande di servizio civile, in particolare dopo la soppressione nel 2009 dell'esame di coscienza. Sostenevano pertanto la necessità, espressa dalla mozione, di prolungare la durata del servizio civile da 1,5 a 1,8 volte quella del servizio militare.

Questi timori sono infondati, ha replicato Alex Kuprecht (UDC/SZ), a nome della commissione. Il rapporto consegnato in giugno dal Consiglio federale ha evidenziato che l'aumento di richieste di servizio civile osservato fra il 2009 e il 2010 è rallentato. Nel 2012 e nel 2013 ammontavano rispettivamente a 5139 e 5423.

Il futuro del servizio civile potrà essere discusso alla luce di un rapporto che uno speciale gruppo di lavoro consegnerà il prossimo anno.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.