Navigation

CSt: obbligo seggiolini anche per taxi

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 marzo 2012 - 14:51
(Keystone-ATS)

I taxi devono utilizzare seggiolini speciali per bambini anche in città: la sicurezza dei bimbi deve avere la priorità. Gli Stati - confermando una decisione della propria commissione dei trasporti - - ha respinto oggi l'iniziativa parlamentare del consigliere nazionale Carlo Sommaruga (PS/GE), contraria all'obbligo. In dicembre, il Nazionale aveva invece appoggiato l'iniziativa con 147 voti contro 20.

Per i "senatori", la sicurezza dei bambini ha una valore superiore all'eventuale dispendio di energia occasionato ai tassisti quando si apprestano a trasportare dei bambini. Inoltre, sul mercato esistono seggiolini facili da utilizzare - pieghevoli e poco voluminosi - che facilitano il lavoro dei conducenti professionisti.

Nell'iniziativa, Sommaruga sosteneva che l'obbligo del seggiolino anche ai tassì impedisse di fatto il trasporto di fanciulli. Con la sua proposta, il ginevrino chiedeva di mitigare quest'obbligo, lasciando ai cantoni la libertà di decidere il perimetro entro il quale il tassista avrebbe potuto trasportare bambini senza ricorrere ad alcun supporto.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?