Tutte le notizie in breve

Il Parlamento ha definitivamente rinunciato a legiferare sul trasporto dei tifosi sportivi (foto simbolica d'archivio).

KEYSTONE/MARCEL BIERI

(sda-ats)

Il Parlamento ha definitivamente rinunciato a legiferare sul trasporto dei tifosi sportivi. Considerando che misure verranno in ogni caso prese, gli Stati hanno seguito oggi il Nazionale e archiviato tacitamente il dossier.

Nel corso di una tavola rotonda organizzata dal Dipartimento federale dei trasporti (DATEC) i vari attori implicati hanno infatti adottato misure volte a migliorare la situazione per quanto riguarda il trasporto di tifosi a livello nazionale. In particolare sono state trovate soluzioni tra club (in base alle esperienze positive dello Young Boys di Berna), città e imprese di trasporto (non solo FFS).

Nell'autunno 2014, in seguito a intemperanze, con relativi danneggiamenti, da parte di tifosi sui treni diretti o provenienti dagli stadi il Parlamento aveva sollecitato provvedimenti immediati da parte del governo.

Con la modifica della Legge sul trasporto di viaggiatori (LTV) il Consiglio federale voleva allentare l'obbligo di trasporto di tifosi e introdurre una disposizione sulla responsabilità civile. Attualmente le aziende offrono già trasporti speciali per i fans, ma non possono negare l'accesso ai mezzi del servizio regolare. Il progetto di legge governativo avrebbe dato loro questa competenza.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve