Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'AVANA - Il detenuto cubano dissidente Darsi Ferrer ha interrotto lo sciopero della fame dopo che le sue richieste sono state accettate.
Ferrer, un medico di 40 anni adottato come prigioniero di coscienza da Amnesty International, sarà sottoposto a un processo e riceverà cure mediche, come aveva chiesto da quando aveva cominciato lo sciopero della fame, il 20 marzo. Lo ha detto la moglie, Yusmaini Jorge.
Ferrer è incarcerato dal 21 luglio 2009 per aver acquistato in maniera illegale materiali per fare lavori a casa.
Guillermo Farinas rimane così l'unico oppositore a continuare il digiuno. Farinas, psicologo e giornalista di 48 anni, è in sciopero della fame dal 24 febbraio per chiedere la liberazione di 25 detenuti politici malati e dal 11 marzo riceve alimentazione parenterale nel reparto di terapia intensiva di un ospedale di Santa Clara, nel Cuba centrale.
Un altro dissidente, Franklin Pelegrino, 38 anni, ha interrotto mercoledì scorso lo sciopero della fame che osserva a casa sua da 40 giorni con la stessa richiesta di Farinas.

SDA-ATS