Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'AVANA - L'oppositore cubano Guillermo Farinas è stato dimesso oggi dall'ospedale ed è rientrato a casa, dopo aver interrotto l'8 luglio lo sciopero della fame iniziato 134 giorni prima per chiedere la liberazione dei prigionieri politici malati. Lo ha detto all'ANSA la madre, Alicia Hernandez.
"Il suo stato d'animo è buono, anche se fisicamente sta male. Ha bisogno della sedia a rotelle per muoversi", ha detto Hernandez, 76 anni, per telefono dalla sua abitazione di Santa Clara (270 km ad est dell'Avana).
Quando è arrivato a casa, la prima cosa che ha fatto Farinas, psicologo e giornalista di 48 anni, è stato riabbracciare la figlia di nove anni, che non vedeva da cinque mesi.
Farinas ha interrotto lo sciopero della fame l'8 luglio dopo l'annuncio della liberazione di 52 oppositori entro quattro mesi come risultato di un dialogo tra il governo cubano e la Chiesa cattolica. Venti oppositori liberati sono andati in Spagna.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS