Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il primo collegamento marittimo tra Cuba e Stati Uniti è stato inaugurato in questi giorni, dopo oltre 50 anni di blocco americano all'isola castrista. Si tratta, perlomeno nella fase iniziale, di un collegamento settimanale che porterà aiuti umanitari dalla Florida all'Avana.

"Non ci sarà niente di commerciale, sarà solo un'operazione umanitaria regolare, ufficiale e legale", ha detto Leonardo Sanchez-Adega, portavoce dell'International Port Corp, la compagnia marittima responsabile del collegamento, al quotidiano cubano "Nuevo Herald".

La prima imbarcazione diretta a Cuba è salpata ieri da Miami e giungerà in giornata , carica tra le altre cose di materassi, e tornerà indietro con la stiva vuota. Il carico è formato da aiuti di enti religiosi e di carità, ong e parenti esiliati al popolo cubano, che finora dovevano passare attraverso un Paese terzo a causa del blocco.

"I cubani rifugiati in Florida sono tantissimi, e sono tantissimi quelli che vogliono aiutare in qualche modo chi è rimasto sull'isola", ha detto un portavoce dell'ufficio del Turismo della Florida (Mcvb).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS