Navigation

Cure a domicilio: accordo su conteggio uniforme

Questo contenuto è stato pubblicato il 31 gennaio 2011 - 10:19
(Keystone-ATS)

Gli assicuratori malattia (santésuisse) e le associazioni che prestano cure a domicilio (Spitex) si sono accordati: in futuro le prestazioni saranno conteggiate in tutto il Paese seguendo la stessa procedura. Le persone bisognose di cure non dovranno più chiedere loro stesse i contributi all'assicuratore.

Finora chi forniva cura ambulatoriali negoziava con santésuisse i contratti tariffari su basi cantonali o perfino individualmente. Esistevano quindi condizioni contrattuali con numerose differenze regionali. Ciò significava un grosso dispendio di risorse per le parti.

L'accordo raggiunto è la conseguenza del nuovo sistema di finanziamento delle cure a domicilio, in vigore dall'inizio dell'anno. Esso dovrebbe andare anche a beneficio della clientela: Spitex fattura ora nell'intera Confederazione le prestazioni direttamente all'assicuratore malattia. I clienti ricevono di volta in volta una copia della fattura e, se del caso, una per la partecipazione del paziente.

Dal punto di vista assicurativo non vi è nessuna differenza se le prestazioni vengono erogate da uno Spitex di interesse pubblico oppure da uno commerciale. I contributi degli assicuratori sono identici per ogni servizio Spitex convenzionato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?