Navigation

Cytos: in gravi difficoltà, licenzia 90% personale, crolla in borsa

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 agosto 2011 - 12:41
(Keystone-ATS)

Cytos Biotechnology è in gravi difficoltà finanziarie: la società farmaceutica con sede a Schlieren (ZH) ha annunciato oggi un drastico programma di risparmi, con la cancellazione del 90% dei posti di lavoro, la sospensione di diversi progetti e la partenza del suo direttore generale. In borsa il titolo è crollato a quasi la metà del suo valore.

La società attiva nel campo delle biotecnologie che ha prodotti ancora in fase di sviluppo ha deciso di congelare tutte le attività che non riguardano il suo preparato di punta, denominato CYT003-QbG10, per la cura del raffreddore da fieno. Dopo la valutazione di tutte le opzioni il consiglio di amministrazione è infatti giunto alla conclusione che al momento non possono essere finanziate altre ricerche, si legge in un comunicato. Quale conseguenza i dipendenti saranno ridotti da 82 a circa una decina. L'obiettivo è riuscire a rimborsare un prestito obbligazionario che giungerà a scadenza nel febbraio 2012.

Il presidente della direzione e membro del Cda Wolfgang Renner abbandona i suoi incarichi dirigenziali: rimarrà comunque attivo per l'azienda con funzioni consultive. La guida operativa è stata assunta dal presidente del Cda Thomas Hecht. L'organo di conduzione strategica sarà inoltre ridotto.

Tre settimane fa il gruppo, nell'annunciare una perdita semestrale di 10 milioni aveva già reso noto che il futuro sarebbe stato incerto. Ma ciò nonostante la reazione del mercato oggi è stata micidiale: alla borsa di Zurigo in mattinata il titolo Cytos perdeva oltre il 40% del suo valore.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?