Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - La Confederazione vuole inasprire la lotta contro gli eccessi di velocità: dal 2012 dovrebbero entrare in vigore sulla autostrade nuovi radar - sistemi di controllo della velocità su tratti stradali (CVT) - in grado di misurare la velocità media dei veicoli lungo un tratto di carreggiata. Laddove tale sistema è già utilizzato, si è verificato un calo delle velocità.
"Tale sistema di controllo è in funzione in Gran Bretagna, Italia, Olanda e Austria" - ha affermato all'ATS il portavoce dell'Ufficio federale delle strade (USTRA) Thomas Rohrbach confermando una notizia pubblicata oggi dalla "SonntagsZeitung" e da "le Matin Dimanche".
Tre CVT saranno testati dall'autunno di quest'anno. Il primo lungo un tratto di 8 km dell'autostrada tra Aigle e Bex in direzione del Vallese, il secondo lungo l'A2 nella galleria dell'Arisdorf in direzione di Lucerna, mentre il terzo CVT sarà mobile.
I tre apparecchi - dal costo complessivo di 1,6 milioni di franchi - permettono di filmare i veicoli all'inizio e alla fine del tragitto sotto osservazione, facendo poi una media della velocità basandosi sul tempo impiegato per coprire il percorso.
I primi test dovrebbero essere condotti a settembre-ottobre. Se dovessero rivelarsi positivi, le prime multe col nuovo sistema di rilevamento verranno inflitte tra la fine del 2010 e l'inizio del 2011. I primi radar potrebbero quindi entrare a far parte dell'armamentario delle polizie cantonali nel 2012.
Tecnicamente, questi apparecchi potrebbero anche essere impiegati per controllare la presenza o meno del contrassegno autostradale sul parabrezza delle auto o per reperire macchine rubate.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS