Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Diversi festival cinematografici svizzeri, fra cui quello di Locarno, riceveranno più soldi dalla Confederazione. Lo ha annunciato oggi l'Ufficio federale della cultura (UFC) in una conferenza stampa a margine della Giornate cinematografiche di Soletta.

Il festival internazionale del film di Locarno otterrà 100'000 franchi in più all'anno nel periodo 2011-2013, per un totale di 1,45 milioni di franchi, ovvero il 62% dell'intera somma a disposizione per il sostegno delle rassegne cinematografiche (2,3 milioni, +6,3%).

Molto soddisfatto il presidente del Festival Marco Solari: "si tratta di un segnale politico importante alla Svizzera italiana". L'incremento della sovvenzione è una dimostrazione di fiducia e soprattutto a livello psicologico è di grande rilevanza, ha detto all'ATS.

Il Festival internazionale del film fantastico di Neuchâtel (NIFF) e il Festival internazionale del film d'animazione Fantoche di Baden (AG) riceveranno 120'000 invece di 75'000 franchi annui, mentre le Giornate internazionali del cortometraggio di Winterthur (ZH) otterranno il doppio, ossia 100'000 franchi.

Il sostegno resta invece invariato a 400'000 franchi per il festival del cinema documentario "Visions du Réel" di Nyon (VD), a 100'000 franchi per il Festival internazionale del film di Friburgo (FIFF) e a 50'000 franchi per lo Zurich Film Festival.

Il contributo per il FIFF vale solo per il 2011: a causa del cambiamento nella direzione artistica del festival, per quest'anno è prevista una nuova valutazione per decidere in merito alla promozione per il periodo 2012-2013, spiega l'UFC.

Restano escluse dal bando le Giornate cinematografiche di Soletta, rassegna nazionale per il pubblico e piattaforma di promozione e commercializzazione del cinema svizzero. Con questa manifestazione è stato stipulato un contratto di prestazioni a parte di valore immutato (330'000 franchi) valido fino al 2011. Quest'anno saranno condotte trattative per il futuro.

Per incentivare la varietà dell'offerta, il Dipartimento federale dell'interno (DFI) ha inoltre deciso un programma di promozione della digitalizzazione dei cinema che durerà sei anni, con un fondo di al massimo nove milioni di franchi. Questa misura consente di digitalizzare da 100 a 120 sale cinematografiche all'anno. Per il 2011 è a disposizione un milione di franchi.

A beneficiarne saranno i cinema di piccole dimensioni che soddisfano i requisiti di una programmazione variata, spiega l'UFC. Questo sostegno non andrà però a scapito del credito della promozione cinematografica selettiva e legata al successo del 2011: dall'anno prossimo la Confederazione intende portare avanti questa misura in collaborazione con privati.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS