Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dal prossimo primo gennaio importare oltre dieci kg di carne costerà di più: 23 franchi al chilo invece degli attuali 17.

Accogliendo una mozione del consigliere agli Stati Ivo Bischofberger (PPD/AI), il dipartimento delle finanze diretto da Eveline Widmer-Schlumpf ha approvato la relativa modifica dell'ordinanza sulle dogane. Per i quantitativi fino a 10 chili, il dazio rimane a 17 franchi al Kg, come finora.

La mozione chiedeva di reintrodurre un limite massimo per le importazioni di carne effettuate da privati. Questo come reazione alle semplificazioni delle disposizioni doganali nel traffico turistico introdotte nell'estate del 2014, che decretavano la soppressione della quantità massima di carne importata da privati.

L'autore della mozione invitava il Consiglio federale a non promuovere ulteriormente con misure statali il già consistente fenomeno del turismo degli acquisti e ad assicurare una chiara distinzione quantitativa tra importazioni per uso privato e importazioni commerciali.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS