Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dal mese prossimo tutti i prodotti chimici fabbricati in Svizzera dovranno essere etichettati solo con i nuovi simboli di pericolo, secondo un sistema uniforme a livello internazionale.

Quelli già pronti per l'uso potranno essere commercializzati con la vecchia etichettatura per ancora due anni e mezzo.

Ogni anno nelle famiglie svizzere avvengono fino a 50'000 infortuni legati ai prodotti chimici, precisa oggi una nota congiunta dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) e dell'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM).

D'ora in poi i prodotti chimici elaborati in Svizzera saranno etichettati secondo un sistema uniforme a livello internazionale (Globally Harmonized System, GHS), approntato dalle Nazioni Unite e basato su nove simboli che segnalano le caratteristiche pericolose delle sostanze. Le indicazioni nere su sfondo bianco nel riquadro rosso sostituiscono i simboli di colore arancione finora utilizzati in Europa.

Il nuovo sistema mira a proteggere meglio la popolazione e l'ambiente dai pericoli delle sostanze pericolose e ad agevolare il commercio a livello internazionale, sottolinea la nota di UFSP e UAFM. In Svizzera il passaggio alla nuova etichettatura avverrà in modo graduale e presso i grandi distributori ha già raggiunto un buon grado di avanzamento. Tuttavia, fino alla fine del 2017, i prodotti già fabbricati potranno essere venduti ancora con la vecchia etichettatura. Per i prodotti fitosanitari vigono termini transitori più lunghi.

Dal 2012 è in corso la campagna "Osservare bene per proteggersi meglio", che mira a far conoscere i nuovi simboli di pericolo e il loro significato, nonché trasmettere semplici regole comportamentali per l'utilizzo corretto dei prodotti chimici.

All'indirizzo www.infochim.ch si possono scaricare o ordinare opuscoli, promemoria, materiali e filmati didattici e volantini.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS